Gran Gala' lirico a Porto Ercole

Sarà la piazza Indipendenza di Porto Ercole ad accogliere domenica 7 Luglio ore 21.30 “E lucevan le stelle…” gran galà lirico organizzato dall’ Associazione Kaletra (realizzatrice dal 2011 dell’ evento di successo “Orbetello Piano Festival”) con il contributo ed il patrocinio del Comune di Monte Argentario.

E’ proprio da uno dei versi più noti della Tosca di Puccini che nasce questo progetto di Beatrice Piersanti, manager culturale e di Giuliano Adorno, direttore artistico, che propone una serata di Belcanto italiano, la cui grande musica sarà protagonista in uno dei più bei scenari della Costa d’Argento.

“La nostra associazione ha da sempre il grande desiderio di mettere insieme le persone attraverso la musica e l’arte, spiega Giuliano Adorno. Per il territorio di Monte Argentario abbiamo pensato di proporre un progetto che veda la lirica al primo posto, in omaggio all’alto livello della programmazione di musica classica che da sempre ha contraddistinto questa zona. La scelta degli artisti è ricaduta su figure emergenti del panorama musicale lirico e pianistico che provengono da Napoli e dalla Sicilia. La storia del nostro territorio è intimamente legata alla storia del Sud-Italia, Lo Stato dei Presidi fu amministrato dai viceré di Napoli per 200 anni per volere dei sovrani spagnoli. La nostra terra e il Regno delle due Sicilie tornano a toccarsi, stavolta in musica, a raccontare la loro accoglienza, i loro sentimenti, uniti dallo stesso mare, sempre il grande protagonista”.

Un curriculum di tutto rispetto appunto quello degli artisti dell’ evento, il Soprano Romina Casucci, il tenore Rosolino Claudio Cardile e il pianista Luciano Ruotolo, attivi nel panorama musicale internazionale che si esibiranno in un repertorio che spazia da “O mio babbino caro” a “La donna è mobile”, da “Parigi o cara” a “E lucevan le stelle”. Musica che porta in piazza e negli animi il sentimento, la passione, l’amore verso la vita e la grande suggestione, in un ambientazione magica come quella di Piazza Indipendenza, che avvicina gli animi alla bellezza.
Ingresso libero