Nuovo Codice della Nautica da Diporto

Il 13 febbraio 2018 è entrato in vigore il nuovo Codice della Nautica da Diporto con il Decreto legislativo 3 novembre 2017, n.229, che revisiona e integra il Decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171.

Tante le novità presenti nel nuovo Codice; per citarne alcune:

Introduzione del Registro Telematico delle imbarcazioni.

Introduzione dello Sportello Telematico per i diportisti.

Introduzione di un sistema di controlli di natura preventiva che, a seguito di un accertamento favorevole sulla regolarità della documentazione di bordo, delle dotazioni di sicurezza e dei titoli abilitativi al comando delle unità da diporto, consente di evitare durante la stagione balneare la reiterazione di tali controlli grazie al rilascio del cosiddetto "Bollino Blu".

Definizione e semplificazione delle procedure di iscrizione di imbarcazioni e navi da diporto con l'indicazione di un termine limite per il rilascio dei documenti.

Ampliamento delle attività commerciali del diporto con l’inclusione dell’assistenza all’ormeggio nelle strutture della portualità turistica e dell’assistenza e traino in mare per natanti e imbarcazioni (fino a 24 metri).

Introduzione di un Passenger yacht code italiano per le imbarcazioni che trasportano più di 12 ma meno di 36 passeggeri.

Riforma della patente nautica e Anagrafe Nazionale delle Patenti Nautiche.

Introduzione di un nuovo titolo professionale marittimo specifico per la nautica minore denominato "Ufficiale di navigazione del diporto di 2° classe", della figura professionale del Mediatore del diporto, della figura professionale dell'Istruttore di vela.

Regolamentazione delle Scuole nautiche e dei Centri di istruzione per la nautica.

Disciplina del transito delle unità da diporto e possibilità del ricovero a secco per piccole imbarcazioni e natanti.

Regolamentazione delle violazioni con unità da diporto ed introduzione del danno ambientale.